31 dicembre 2012

Benvenuto 2013 !


Carissime amiche,
in questo anno, ormai alle nostre spalle, ho cercato di raccontarvi attraverso varie visuali, quello che la sottoscritta intende per creatività.
Confido di esservi riuscita. Creatività è per me sperimentare, andare oltre quelle barriere, soprattutto mentali, che ti ingabbiano in una specializzazione, in un contesto, fosse anche il più bello del mondo. Questo blog si chiama così perché dall’uncinetto sono partita –è stato insomma il primo amore- ma un amore che non mi ha tolto libertà, anzi mi ha fornito un paio d’ali per volare nell’immenso cielo della passione creatrice.
In questa ottica, che sono sicura comprenderete ed approverete, ho voluto chiudere in bellezza l’anno. All’insegna della positività e della bellezza, delle quali mai come in questi tempi c’è un bisogno assoluto. Ho quindi deciso di cimentarmi con gli origami, per i quali provo da sempre, una grande simpatia. E’ un regalo che ci arriva dal Giappone, una terra alla quale, per motivi in parte imperscrutabili, mi sento intimamente legata. Per quel paese, per la sua cultura, per lo stile di pensiero e di vita –mi riferisco in particolare al Giappone tradizionale- provo una grandissima fascinazione.
L’idea è stata quella di preparare dei piccoli origami di buon augurio che fungessero anche da segnaposto per il pranzo di Capodanno.
Ho quindi cercato tra la carta dei regali di Natale, provvidenzialmente recuperata, quella più congeniale alla bisogna: dopo prove su prove –escludendo ad esempio le carte plastificate o translucide che non danno una resa soddisfacente- l’ho trovata.
Per il soggetto ho pensato alla gru. In Giappone questo magnifico uccello è simbolo di fortuna, longevità, gioia di vivere. E medesimi connotati positivi ha anche nella nostra mitologia. In essa la gru, sacra ad Apollo, rappresenta la felicità, la luce, il bene.
Dunque con le mie usuali armi –pazienza e tenacia- sempre caparbia ed ostinata, “capatosta”,  tenta che ti ritenta, alla fine -come per magia- la prima incerta gru si è materializzata nelle mie mani. Evviva!
Il più era fatto. Realizzarle, foglietto dopo foglietto, è stato bellissimo e molto molto divertente.








Carissime amiche, voglio augurarvi con tutto il cuore, insieme alle mie gru, un 2013 ricco di tutto quello che desiderate dalla vita. Gioia, salute, prosperità a tutte voi!!!
E come sempre…

Coraggio, siate creative!
A presto, Melissa.

PS:
Melissa consiglia:  qui e qui per soddisfare ogni vostra curiosità sugli origami.
Vi segnalo inoltre una bravissima creativa nata in Giappone che realizza accessori e decorazioni con la tecnica degli origami. Le sue straordinarie creazioni le  potete trovare nello shop online qui.




20 dicembre 2012

Regali di Natale: handmade dentro e fuori

Carissime amiche,
siamo giunte alla settimana prima del Natale ed a casa mia fervono i preparativi: sto terminando le ultimissime commissioni ed in contemporanea preparo i regali da mettere sotto l'albero. Tra i doni che mi piace fare e ricevere occupano un posto speciale i dolci tipici che, non transigo, devono essere fatti seguendo la tradizione.
A sera, quando tutto tace, la cucina si trasforma nel "laboratorio dolciario natalizio" e do il via alla produzione: primi fra tutti gli evergreen che non mancano mai ovvero i biscotti speziati dalle forme di stelle, angioletti ed alberelli, cuori, pupazzi di neve e stelle comete.
Non so voi ma per me il lato più divertente è il confezionamento: qui la fantasia e la creatività,  che ho tenuto volutamente a freno quando si tratta di rispettare ingredienti e tempi delle  ricette, galoppano assieme a briglia sciolta.



Per sottolineare l'effetto "fatto a mano", quest' anno mi sono procurata della classica carta pacchi color avana ed ho deciso di utilizzare delle decorazioni realizzate all'uncinetto. 
Con della lana di differenti colori  ho fatto delle stelle, le ho bordate con del filato lamè color oro rendendole luccicanti ed ancora più natalizie.





Infine, con un pezzetto di filo di lana dello stesso colore della stella, ho chiuso ogni singolo pacchetto-dono : il risultato è un regalo interamente handmade fatto con mani e cuore per un Natale di dolcezza ed amore.







Coraggio, siate creative!
A presto, Melissa



18 dicembre 2012

Piatti natalizi: uncinetto inamidato

Carissime amiche, 
all'incirca un mese e mezzo fa mi sono stati commissionati cinque piatti natalizi da realizzare all'uncinetto. Visto che potevo fare le cose con una discreta calma, mi sono presa il lusso di scegliere con tranquillità il modello da realizzare. Optato per  il bianco e l'oro ( l'effetto très chic è assicurato), non restava che scegliere il tema: la  committente mi aveva lasciato la massima libertà e, dopo qualche necessaria elucubrazione, la scelta è caduta sulla stella natalizia declinata in cinque varianti differenti sia per dimensioni che per disegno.
Mi sono messa di buona lena e con il fedele uncinetto ho realizzato cinque bei centri di forma circolare, ho poi  preparato la miscela per inamidare ( 5 parti di acqua e 2-3 di zucchero)  ed ho bagnato e messo in forma i centri così da renderli tridimensionali. Questa seconda fase è stata un po' più lunga del previsto in quanto il tempo atmosferico, umido e freddo, non è l'ideale per l'inamidatura. Quando finalmente  i piatti si sono induriti, ho realizzato il bordino con il filato lamè oro, anche qui ci ho messo un po' più del previsto dato che lavorare su di una base rigida è più faticoso ed elaborato. Alla fine la fatica è stata premiata, ecco il risultato: cinque piatti natalizi, cinque doni originali ed unici che saranno perfetti come vassoi per dolci o cioccolatini. 



Piatto 1


Piatto 2

Piatto 3

Piatto 3: dettaglio


Piatto 4
Piatto 5







Coraggio, siate creative!
 A presto, Melissa


8 dicembre 2012

Facciamo l'albero di Natale: addobbi in lana.

Carissime amiche, 
è tradizione: l'8 dicembre, festa dell'Immacolata,  in casa mia si tirano fuori tutte le scatole e scatoline dove sono custodite le decorazioni per addobbare l'albero di Natale.
Musica di sottofondo -comme il faut-, qualche biscotto alla cannella da sgranocchiare e s'incomincia:  si scarta con cura ogni pacchetto ( in alcune sono conservati pezzi infrangibili!) e si riportano in vita angeli, babbi Natale, stelle, palline, festoni .... e piano piano si  entra nel magico clima natalizio.

Ogni anno scelgo un colore predominante, quest'anno ho optato per il blu abbinato all'oro con qualche punta di arancione (una piccola trasgressione).





Siamo pronti, posizionato l'albero nel suo posto d'onore è la volta delle luci, poi delle palline e di  queste decorazioni last minute ( è il caso di dire che le ho realizzate sul filo di lana...) per le quali ho scelto la lana blu ed arancione : stelle cuori e campane bordate d'oro.





Coraggio, siate creative!
A presto, Melissa



Pin It